Giocare di più e dormire meglio per crescere sani

 

Le nuove linee guida pubblicate dall'OMS sono chiare: i bambini piccoli hanno bisogno di passare meno tempo seduti a guardare la televisione o sul passeggino, migliorare la qualità del sonno e dedicare più tempo al gioco attivo.

Durante i primi anni di vita l'organismo di una persona incontra cambiamenti rapidissimi ed è questo il momento ideale per sviluppare abitudini sane che avranno effetti positivi a lungo termine. L'analisi dell'Organizzazione Mondiale della Sanità riguarda i bambini sotto i 5 anni, il periodo più importante secondo il parere degli esperti, e si concentra sugli effetti della mancanza di sonno e della scarsa attività fisica dovuta all'eccessiva permanenza sul passeggino o di fronte a dispositivi digitali. 

I risultati evidenziano che l'attività fisica la qualità del sonno sono determinanti per la salute fisica, mentale e il benessere generale del bambino, ma non solo: stabilire abitudine virtuose durante l'infanzia aiuta a portarle avanti fino all'età adulta. Per crescere sani, insomma, i nostri figli hanno bisogno di passare meno tempo seduti, giocare di più e dormire meglio.

Il passaggio dalla sedentarietà al gioco attivo è particolarmente importante per prevenire l'obesità e le patologie che ne potrebbero conseguire e la ricetta è apparentemente semplice: sostituire il tempo che si passa seduti con attività più movimentate o che richiedono una maggiore partecipazione, senza dimenticarsi di salvaguardare il sonno. La chiave è proprio nell'equilibrio tra l'attività motoria, il sonno e una sedentarietà "di qualità" in cui libri, canzoni, puzzle e giochi interattivi sono da preferire a televisione e dispositivi digitali nell'ottica di uno sviluppo psico-motorio completo e un benessere duraturo.

 

 

Per approfondire: OMS - Linee guida per attività fisica, sedentarietà e sonno nei bambini sotto i 5 anni di età

 

Photo by Luke Michael on Unsplash