5 parole che non sapevamo prima di diventare genitori

 

Per certi versi diventare genitori è un po’ come iniziare un corso di specializzazione: si entra in un ambito in cui esistono riferimenti difficili da cogliere se non si è addetti ai lavori e una ricca terminologia specifica.
Alcune parole che pensavamo di conoscere hanno assunto un significato diverso, altre sono entrate a far parte del nostro vocabolario quotidiano anche se prima ne ignoravamo completamente l’esistenza. Abbiamo raccolto 5 parole che diventano di uso comune quando si attendono o si hanno dei bambini che, se questo non è il vostro caso, vi serviranno per ampliare i vostri orizzonti ed essere all’altezza di qualsiasi conversazione sul tema!

1. Bilancio
Non riguarda i documenti contabili, bensì le visite dal Pediatra di famiglia. I bilanci di salute, infatti, sono visite programmate in età specifiche (più ravvicinate nei primi anni di vita) che servono a monitorare lo sviluppo psicofisico di una persona da 0 a 14 anni.

2. Curva da Carico
Sembra un termine da progettazione edile, invece la curva glicemica è uno degli esami che viene effettuato comunemente durante una gravidanza. Serve a misurare la concentrazione di glucosio nel sangue prima e dopo aver ingerito una soluzione zuccherina ed è utile per lo screening del diabete gestazionale.

3. Navicella
Alcune hanno effettivamente l’aspetto di veicoli spaziali, ma questa parola si riferisce ai sistemi di trasporto componibili per neonati e identifica la parte anche chiamata “culla” o “carrozzina” che può ospitare un bebè fin dai primi giorni di vita.

4. Ovetto
Per chi è nato negli anni ’80-‘90, l’Ovetto è un motorino. Quando si diventa genitori, invece, si parla anche in questo caso dei sistemi di trasporto componibili che lo vedono accanto a passeggino e navicella, utilizzabile anche come primo seggiolino auto.

5. Mussolina
La mussola non è altro che un tessuto di cotone realizzato con filati sottili. La sua mano morbida e la sua traspirabilità lo rendono particolarmente adatto ai tessili per i bambini e con “mussoline” ci si riferisce solitamente ai telini leggeri che servono per il cambio del bebè.

 
Queste sono solo alcune delle parole di cui abbiamo scoperto nuovi significati da quando sono nati i nostri figli, chissà quante altre ne incontreremo durante la loro crescita!
Photo by Romain Vignes on Unsplash

Scopri la collezione Tilla Baby Box